Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il commissario alla concorrenza Vestager fa pressing per recuperare delle imposte arretrate alla Apple in Irlanda

Il commissario europeo della concorrenza Margrethe Vestager ha dichiarato di non opporsi ai monopoli Usa in Europa e non vede lo spezzatino delle grandi imprese come soluzione per il comportamento anticoncorrenziale.
Parlando a Wired Live a Londra giovedì – dice la Bloomberg – , ha anche espresso la preoccupazione che la raccolta irlandese della di tasse arretrate per una somma record di 13 miliardi di euro di imposte dalla Apple stava prendendo troppo tempo.
“Non possiamo solo sedersi ed aspettare” ha detto Vestager. “Dobbiamo fare qualcosa. Al fine di ripristinare un livello uniforme occorre procedere con il recupero. Speriamo prima, piuttosto che dopo. ”
Nel mese di ottobre, la Commissione europea ha fatto riferimento alla Corte di giustizia europea per non aver recuperato gli arretrati fiscali di Apple. Sia l’azienda statunitense sia l’Irlanda hanno fatto appello. L’UE ha ordinato il recupero fiscale l’anno scorso, dicendo che l’Irlanda ha concesso delle speciali condizioni che hanno ridotto l’effettivo tasso d’imposta alla Apple.
Il Tesoro Usa ha accusato la Ue di essersi trasformata in “un’autorità fiscale sopranazionale” e ha criticato Vestager di avere un pregiudizio nei confronti delle società americane.
“Non abbiamo un conflitto con gli Usa ” ha detto giovedì Vestager. “Prendo molto sul serio il fatto quando qualcuno dice che abbiamo un pregiudizio verso gli Stati Uniti”.
Apple non è però sola. Amazon. e Google Alphabet  sono gli ultimi ad essere colpiti da decisioni sfavorevoli del commissario europeo. Nel mese di ottobre ad Amazon è stato chiesto di rimborsare 250 milioni di euro più gli interessi sulle imposte arretrate ritorno, e a giugno il gigante di ricerca è stato multato di 2,4 miliardi di euro. Vestager è una politica danese molto preparata e con un forte senso della tutela del mercato da posizioni dominanti e distorsive della concorrenza.