Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Obama guadagna meno del presidente della provincia di Bolzano

Idee per la spending review. E' una storia incredibile di sperequazione tra cariche di importanza completamente diverse: il presidente della provincia di Bolzano risulta dai ritagli di stampa guadagnare 25.600 euro (non sappiamo se sono compresi rimborsi e facilitazioni). Se ipotizziamo tredici mensilità, si arriva  a 432.000 dollari. 

Un passo a Washington.  Il presidente degli USA, Barack Obama, escluse molte agevolazioni di spesa accessorie, guadagna ufficialmente 400.000 dollari all'anno. Insomma il presidente della provincia di Bolzano guadagna più dell'uomo più potente del mondo. C'è qualcosa che non va: o guadagna troppo poco Obama o guadagna  troppo il presidente della provincia di Bolzano. Un dubbio ci assale: sarà forse per il bilinguismo? Se così fosse Obama impari subito lo spagnolo 8secobda lingua parla negli stati Unit) così potrà aumentarsi lo stipendio.

 

Un altro paragone tra le sponde dell'Oceano Atlantico e il quelle del Mediterraneo. Quanto ci costa un giudice della Corte costituzionale con bellissima sede a Roma proprio di fronte al Quirinale? Qualche dato per capire la situazione:  63 milioni e 747 mila  era la previsione di bilancio della Consulta per il 2012 e lo Stato contribuiva con 52 milioni e 700 mila.
La macchina dell'’Alta Corte prevede 15 giudici costituzionali in carica 9 anni e 350 dipendenti.
Il presidente della Consulta guadagna più del doppio del  Capo dello Stato: 482mila euro lordi l’'anno contro i 239mila del capo dello stato.  482mila euro lordi fanni 626mila dollari all'anno.

E in America? Lo stipendio di un giudice di Corte Suprema degli Stati Uniti, nominato dal presidente e senza scadenza del mandato, è di 213.900 dollari annui (il chief justice guadagna poco di più: 223.500 dollari). Solo che la Corte suprema americana ha giurisdizione su una nazione di 300 milioni di abitanti mentre l'Italia di abitanti ne ha solo 60 milioni. Certo si dirà ma la funzione è la stessa. Ma allora perché il presidente della consulta italiana guadagna più di quella americana? Forse perché siamo un paese di legulei e di cavillosi avvocati che fanno ricorsi alla Consulta ad ogni piè sospinto? Puo darsi, ma resta comunque una disparità di trattamento eccessiva. 

  • Pikaya |

    D’accordo che il trattamento è ingiusto, ma per poter comparare bisognerebbe aggiungere la tassazione diretta e indiretta. Negli Usa, il massimo dell’imposta sul redditto delle persone fisiche è del 35%. A fronte di varie tasse locali (comunali, ecc.), gli americano, giudici compresi, non pagano l’Iva. In Italia, il peso del fisco è molto più grande che negli Usa. Si dovrebbe allora fare un paragone tenendo in conto questi fattori.

  • Sergio Castaldi |

    I cittadini sono tutti uguali ……. Ma finché esisteranno due categorie, quella dei cittadini comuni che si rompono l’anima ogni anno per un contratto da quattro soldi e quella di chi ha diritto di autostabilirsi le proprie prebende stratosferiche (giudici, parlamentari e chissà quanti altri) questa sarà sempre una democrazia fasulla, ingiusta, tirannica e senza speranza…. come lo è ora.

  • Marcantonio19 |

    Stride la differenza tra questi notabili e le miserevoli condizioni del popolo.
    Se poi a fronte di stipendi cosi alti fossero incorruttibili e capaci di fare funzionare lo stato come un gioiello, potrei anche chiudere un occhio.
    Considerando la situazione, mi viene solo il desiderio che l’ attuale condizione di privilegi venga polverizzata e il maltolto ridato a chi lavora veramente e produce beni reali.

  • aaantonio1981 |

    Quoto i sign. Da Rold e Raule e aggiungo che secondo me i giudici della corte costituzionale dovrebbero scendere da 15 a 9!

  • Gino Raule |

    Se è la costituzione di diminuire di due terzi questi stipendi da vergogna, allora prendiamo (la costituzione) e facciamone aeroplani. perché non è la carta del popolo italiano, ma il decalogo dei privilegi intoccabili.

  Post Precedente
Post Successivo