Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Perché la Svizzera vincerà la sfida della moneta forte

Alla vigilia  del World economic forum 2015 a Davos  http://www.weforum.org/ è scoppiata la cosiddetta crisi valutaria del Franco svizzero. In una notte la Banca centrale svizzera ha deciso di far fluttuare liberamente il franco, abolendo il Peg a 1,20 contro l’euro. Immediatamente il Franco svizzero si è rivalutato arrivando, dopo forti oscillazioni, a collocarsi pressoché a un livello vicino alla parità con la moneta unica.

La mossa era ormai necessaria secondo gli economisti, ma immediatamente si sono levate le voci di proteste degli industriali e degli albergatori elvetici che hanno visto penalizzata la loro competitività. Vero, ma sono sicuro che la Svizzera troverà il modo di superare questa difficoltà attraverso il recupero di produttività, disciplina sociale, efficienza complessiva del sistema. Perché? Due piccoli esempi mi hanno convinto in tal senso. Ho preso per ragioni di lavoro un treno da Davos nel Canton Grigioni, a Zurigo. Nel biglietto delle FFS   c’era  l’indicazione dei cambi da effettuare con i relativi binari di arrivo e di partenza. Tutto rispettato al minuto. Non solo. Ero alloggiato vicino a una piccola stazione ferroviaria dove ho potuto fermare il treno in arrivo, sì ,dico proprio fermare il treno su richiesta, schiacciando un bottone collocato vicino alla stazione. Dopo ave premuto il pulsante, una segnalazione acustica mi ha dato conferma della prenotazione avvenuta, in lingua tedesca ed in lingua  inglese.

Secondo esempio di efficienza sociale: ho preso per alcuni giorni gli autobus di linea di Davos dove ho scoperto che ciascuno mezzo pubblico era dotato di un defibrillatore, con esempi chiari per l’uso anche per persone inesperte. Nessun  viaggiatore li aveva minimamente deteriorati o manomessi. Cosa sarebbe successo a una istallazione simile in Italia? Facile immaginarlo. Ecco perché penso che la Svizzera supererà brillantemente anche questa dura prova economica legata al fatto di avere una moneta forte che rallenterà l’export e l’arrivo di turisti stranieri. Grazie alla coesione sociale e alla efficienza complessiva del sistema.