Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Chi ha i bond greci per il buyback

La tesi secondo cui le grandi banche europee sono ancora piene di bond greci va ridimensionata.Ecco una breve lista dei maggiori possessori esclusi le banche greche che ne hanno per 15 miliardi e che hanno accettao di partecipare al buyback e i fondi pensione greci che ne hanno per 8 miliardi. E' evidente che la parte del leone spetta agli hedge fund che ne hanno per 25 miliardi di euro circa secondo stime di mercato.
GENERALI
Le Generali hanno una esposizione al debito sovrano greco di 228,1 milioni di euro al fair value.
BNP Paribas
La nostra esposizione al debito sovrano greco era al 30 settembre 2012 di 200 millioni di euro.
DEXIA
L’esposizione nominale ai bond greci è di 819 milioni di euro pari a un valore di mercato MCRE di 169 milioni.
UBS
In tutto il nostro exposure di fronte alla Grecia ammonta a 39 milioni di franchi svizzeri (32,188 milioni di euro) alla fine del terzo trimestre.
UNICREDIT
Il debito greco di Unicredit rappresenta una parte infinitesimale del portafoglio, 125 milioni nominali (per un valore di bilancio di 26) su un totale di 92,7 miliardi di euro.
UNIPOL
Abbiamo in carico bond greci per 4 milioni di euro a valore di mercato.
PREMAFIN
Dai 42 milioni di euro in carico al 31.12.2011 è oggi praticamente a zero, con soli 16mila euro.
CITIGROUP
La nostra esposizione sulla Grecia nel terzo trimestre 2012 è praticamente pari a zero.
DEUTSCHE BANK
che farà da advisor nell'operazione è praticamente a zero.
MORGAN STANLEY (che farà anch'essa da advisor ) e CREDIT SUISSE non hanno voluto rispondere.

  • Vittorio Dorazio |

    E’ la solita pantomina… Il governo greco esegue quello che la troika chiede ed in questo caso e’ l’IMF a chiedere. Tutta politica e basta… Alla fine il governo greco compra bonds dalla banche greche che poi li ricomprano 10 giorni dopo nella nuova emissione di titoli a breve (6-12 mesi). Si tratta solo di un rollover con l’impressione che il debito sia diminuito…

  • alfredo vivone |

    ciao vittorio
    vorrei farti qualche domanda. le attuali esposizioni che hai su menzionato sono frutto di un acquisto successivo alla ristrutturazione o sono il risultato del primo haircut (la differenza sarebbe sostanziale a livello di plu/minusvalenze);
    se uno rifiutasse il buyback che andamento potrebbero avere i bond posseduti? ed infine, chi avesse comprato i bond ellenici ai prezzi stracciati del post fallimento, cosa avrebbe potuto rischiare?
    grazie mille, un saluto
    http://disobbligato.altervista.org/blog/

  Post Precedente
Post Successivo