Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

L’Akp di Erdogan lascia il Ppe per i conservatori di Cameron

Cambio di rotta clamoroso del partito turco di governo in Europa. Il partito islamico Akp del premier turco Recep Tayyip Erdogan, ha deciso di lasciare il Ppe per entrare nella 'famiglia politica" europea dei conservatori, lo Ecr, creato dal premier britannico David Cameron. Lo riporta il quotidiano belga 'La Libre Belgiquè nella versione online.
   "Abbiamo deciso di aderire al nuovo gruppo perché il Ppe ci ha rifiutato di passare dal ruolo di osservatori a quello di membri associati" ha detto il vicepresidente dello Akp, Mevlut Cavusoglu, aggiungendo che però "la ragione principale non è questa, ma il fatto che lo Akp e lo Ecr condividono gli stessi valori conservatori e gli stessi obiettivi, per i nostri concittadini e per l'Europa".
   Lo Akp del premier Recep Tayyip Erdogan aveva aderito al Ppe nel 2005, cosa che era valsa all'allora presidente, l'ex premier belga Wilfried Martens recentemente scomparso, forti critiche per aver voluto aprire il Ppe – le cui radici sono cristiano-democratiche – ad un partito islamista, che amava definisrsi la "balena bianca islamica".
   Secondo 'La Librè Cameron ha scritto una lettera a Erdogan per convincerlo ad entrare nell'Ecr. E Cavusoglu osserva che "il principale ostacolo all'adesione della Turchia alla Ue è il governo della Merkel", il cui partito cristiano-democratico è il più grande del Ppe.